Segui su twitter

IN EVIDENZA:
TESTI E TRADUZIONI IN ITALIANO BRANI ROBBIE WILLIAMS
CALENDARIO UFFICIALE 2020 RWFANFEST
AGENDA :

14 Dicembre Miss France Marsiglia/Dome
16/17 Dicembre 2019 : Party Natalizio con RW Arena di Wembley
Concerti a Las Vegas dal 24/3 al 4/4 2020
18 Maggio 2020 - Concerto a Bonn
20 Giugno 2020 - Concerto a Stoke On Trent - Port Vale Stadium


mercoledì 20 marzo 2019

NOTIZIE IMPORTANTI DEGLI ULTIMI GIORNI : IL NUOVO ALBUM DI GUY CHAMBERS, COLLABORAZIONI CON NIALL HORAN E JAKE EMELYN, CELEBRITY APPRENTICE, RECENSIONI E ALTRO....

In occasione del Red Nose Day in UK è stata trasmessa un edizione speciale del programma Celebrity Apprentice, evidentemente registrata in quanto Robbie, che in quel momento si trovava a LV,  si è esibito cantando Angels e I Wan'na Be Like You :

========================

Vloggie - Episodio 70

========================

Possibile collaborazione con Niall Horan sul prossimo album di Rob o di Niall
Nulla di confermato solo un rumor del Daily Star

========================

Guy Chambers ha annunciato il suo nuovo album : 'Go Gentle Into The Light'
Si tratta delle versioni pianoforte di alcune canzoni scritte con Robbie Williams
Qui ↓↓ la prima traccia : The Road To Mandalay


La track list dell'album  ( disponibile su iTunes )

The Road To Mandalay
Heaven From Here
Go Gentle
Supreme
Grace
Better Man
No Regrets
Feel
Angels
Millennium
Eternity

========================

Alcuni di voi probabilmente ricorderanno che nel luglio 2013, i tabloid inglesi avevano svelato l'esistenza di una canzone scritta dal rapper Jake e Robbie. All’epoca sia il Sun che il Daily Star avevano sostenuto che il titolo fosse “ Natural Bodies” ed un cast era già stato composto per le riprese del videoclip. (Il team di Jake Emlyn in quel periodo aveva focalizzato l’attenzione su delle giovani donne con seni "naturali" per le riprese). Tutto sembrava essere pronto, nel luglio 2013. Poi improvvisamente peró non si fece più nulla. ( come si dice in gergo frozen project).
Beh, sei anni dopo Jake Emelyn, rivela la sua verità sul suo account IG confermando l'esistenza di un titolo. Questa canzone però non avrebbe il titolo "Natural Bodies" ma bensì “Pretty Crowd ".
Egli conferma diversi punti:” Sì, Robbie canta sul titolo; Sì, Robbie ha girato un video con lui”. Ma per qualche strana ragione, tutto è stato annullato all'ultimo minuto (probabilmente un problema di contratto?). Ecco cosa dice Jake Emlyn:
“Quasi sei anni fa, abbiamo girato il video musicale della mia canzone "Pretty Crowd" con Robbie Williams.
Questo doveva essere il mio primo singolo, ed ero molto eccitato, perché stavo per firmare un grande contratto discografico, un contratto oltre i miei sogni più selvaggi ( il rapper riprende una famosa espressione di Robbie quando quest'ultimo firmó il suo contratto con EMI in 2002).
Tuttavia, poco dopo le riprese, la canzone e il video sono stati entrambi sospesi. Da allora, molte cose sono successe nella mia vita personale. Ringrazio tutti i miei amici per avermi sostenuto e un doveroso grazie a Robbie, per essere sempre stato un grande mentore, un amico, e un ragazzo molto simpatico.
Ho imparato a vedere le sfide come opportunità per crescere e cogliere i messaggi potenti dietro ogni situazione. Sono grato per tutto ciò che è accaduto!
Nuova musica presto in arrivò.
mai rinunciare...
Quindi i tabloid all’epoca non mentirono, rimane da capire se i due titoli sono la stessa canzone con un cambio di titolo in corsa oppure sono due canzoni distinte. Verrà mai rilasciata? Perché Jake ne parla solo oggi dopo 6 anni?
Al momento l’unica coca certa è che questo è il primo videoclip con Robbie mai trasmesso.
( traduzione a cura di Ivan Zanardelli )




Almost 6 years ago we shot the music video for my song "Pretty Crowd" Feat @robbiewilliams It was supposed to be released as my first single and I was excited because I was about to sign a big record deal beyond my wildest dreams. Shortly after this however, the song and the video were both shelved. A lot has happened in my personal life since then. Thank you to all of my friends for supporting me and big up Robbie for always being a great mentor, friend and really nice guy. I have learned to see challenges as opportunities to grow and to pick up the empowering messages behind situations. I am grateful for everything that has happened. New music out soon! Still learning and definitely never giving up.. #robbiewilliams #musicvideo #takethat #throwback #motivationalquotes #gratitude #grateful #nevergiveup
Un post condiviso da Jake Emlyn (@jake_emlyn) in data:

========================

Recensione rilasciata da una radio americana sui concerti di LV ( Radio Crembruleee ) :
Non è molto lontano il ricordo del tour “A New Day” di Celin Dion che ha cambiato la percezione di questi spettacoli nei teatri, spettacoli caratterizzati da sfarzo ed eccessi tipici di una città come Las Vegas. 
Da allora, artisti del calibro di Elton John, Britney Spears e Jennifer Lopez hanno portato avanti questa tradizione con immenso successo. Una nuova svolta oggi è rappresentata dalla pop star britannica Robbie Williams un nuovo catalizzatore per questi eventi. 
Nonostante sia stato il destinatario del secondo più grande contratto di registrazione (valutato a 80 milioni di sterline) di tutti i tempi, Robbie Williams (come molti artisti del Regno Unito) è stato trascurato dai grandi speaker delle radio americane, dove ancora oggi hanno un immenso potere nel plasmare l'opinione pubblica, nonostante la rapida proliferazione di sedi alternative per la scoperta di nuova musica oltre alla radio negli ultimi vent'anni. Di conseguenza, il successo del discografico di Robbie Williams negli Stati Uniti è stato piuttosto poco brillante. Nessuno dei suoi singoli è entrato nella classifica Billboard Top 40 Singles. 
Questo in netto contrasto con la sua popolarità all’estero e senza tralasciare il fatto che sono passati oltre 20 anni dall’ultima sua performance Live qui in US. 
Data questa realtà, è piuttosto interessante che Robbie Williams abbia scelto un percorso di residenza concertistica qui a Las Vegas al contrario di un mini-tour che coprisse i principali hub dei media statunitensi. 
Il secondo elemento di sorpresa deriva dalla scelta consapevole della sede. Il team di Williams ha optato per l'intimità dell'Encore Theater al Wynn Resorts. Questo è un bel cambiamento rispetto allo “stadio” che in Europa è la location che vá per la maggiore. 
L'ultimo elemento di sorpresa è la schiacciante domanda di biglietti per questi spettacoli. I sei spettacoli programmati per il marzo 2019 sono andati subito esauriti. Sarebbe interessante vedere i dati che evidenzino la suddivisione tra la domanda nazionale e internazionale di questi biglietti. Sono state aggiunte altre sei date tra i mesi di giugno e luglio a Las Vegas.

“Le mie aspettative del concerto erano moderate, non perché mi aspettavo di essere deludente, ma perché ho assunto (erroneamente ovviamente!) che l'intimità del Teatro Encore significava automaticamente che lo spettacolo sarebbe stato un incontro intimo con Robbie Williams seduto su un sgabello, che esegue principalmente brani swing. Mentre i brani swing comprendevano una parte significativa della set list, il concerto era ben lontano da qualcosa di intimo!”
“National Anthem of Robbie” è stata la canzone d’apertura del primo spettacolo, invitando il pubblico a cantare in coro l’inno nazionale seguendo il testo proiettato sulle tende.
Questo è stato seguito da un video di Robbie Williams trasmesso sulle tende con la folla in delirio. 
La coreografia scelta è uno degli usi più intelligenti degli spazi che ho visto da un bel pó di tempo a questa parte. Il palco presentava tre rampe, due delle quali erano unite come un ferro di cavallo e una rampa centrale. C'erano spazi circolari tra le rampe dove la band era inserita. 
Robbie Williams fece un ingresso molto particolare attraverso una piattaforma sospesa dal soffitto del teatro.
canzoni come "Mr Bojangles" e "Sweet Caroline" (una cover di Neil Diamond eseguita con il padre Pete Conway). "Sweet Caroline" è stata una delle due canzoni che hanno caratterizzato il padre di Robbie, un tocco piuttosto insolito e commovente per un tipico formato di concerto. Un’altro elemento che ci tengo a segnalare è stato l'impegno di Robbie Williams nel coinvolgimento del pubblico. Per la sua esibizione di "Something Stupid", invitò una fan australiana dal pubblico e le fece una serenata sul divano sul palco. È giusto dire che lei logicamente ha sfruttato appieno la situazione.
Era consapevole che la gente aveva viaggiato da diverse parti del mondo per questo concerto, e a chiesto di urlare e di identificarsi mentre faceva un appello per gli europei, gli australiani, e infine per gli americani. 
Per quest’ultimi ha urlato: “perché non dite ai vostri amici parenti di me???? perché non sono famoso qui????”
Musicalmente, i momenti salienti della serata, sono stati "Feel", "Rock DJ", "Swing both ways”, "Let me entertain you” e la penultima traccia della serata, “Angels”. La serata si è conclusa con una cover di "My Way" (resa popolare da Frank Sinatra). 
Robbie lascia il palco mentre scendono le tende e Guy Chambers continua a suonare il piano. 
Il mio personale punto di vista è molto positivo, Robbie Williams ha fatto da apripista per una nuova era musicale in US, ci sarà sicuramente un ritorno e spero vivamente che le radio riprendano a trasmettere i suoi brani e a dar luce a nuova musica, non solo sua ma di tanti talentuosi cantanti di oltre oceano finora trascurati.
(Grazie ad Ivan Zanardelli per la traduzione)

========================


Approfondimenti, discussioni, altre foto/video/clip sul nostro gruppo facebook 


Nessun commento: