Segui su twitter

IN EVIDENZA:
TESTI E TRADUZIONI IN ITALIANO BRANI ROBBIE WILLIAMS
AGENDA :
17 Novembre 2019 - Hits Live Manchester
22 Novembre 2019 - Uscita album The Christmas Present
29 Novembre 2019 Concerto per radio 2 BBC
16 Dicembre 2019 : Party Natalizio con RW Arena di Wembley

domenica 7 ottobre 2012

SE QUEST'ALBUM NON AVRA' SUCCESSO IL PROSSIMO SARA' SWING


Estratto da interviste su due tabloid tedeschi ( Gala.de - Die Zeit )

Alla domanda sulla paternità Robbie risponde come nelle altre interviste che ha il timore di non poter essere un buon padre ma lui e la moglie hanno anche comperato dei libri sul diventare genitori e la cosa non sembra essere così difficile !
" Sono un pò preoccupato per il cani ora che arriva la piccola. Di recente è venuto a trovarmi il mio amico Jonny e due di loro stavano quasi azzannando suo figlio ! Dovrò prendere delle precauzioni."

Domanda :
"C'è stato un momento in questi ultimi anni che avresti voluto tornare indietro alla tua vita da egoista ?"
Risposta :
"No non ci sono stati problemi in questo senso ma c'è spesso un piccolo essere che si fa delle domande. Sento sempre una profonda vergogna e senso di colpa per cose che sono successe in passato. Ed ho paura, perchè potrei essere anche in grado di distruggere tutto in una notte sola "

Domanda :
"Mentre tua moglie era in stato avanzato di gravidanza Gary Barlow ha perso una figlia, come ti sei sentito ?"
Risposta :
"Un infinita tristezza per Gary e sua moglie. Ma nello stesso tempo non volevo dirlo ad Ayda per paura che ne rimanesse scioccata. Ma ovviamente ho dovuto dirglielo. E' probabilmente una delle cose peggiori che possano capitare ad una persona. Mi sono chiesto ' cosa posso fare per loro ? ' Gary è un uomo che nasconde i suoi sentimenti. Gli ho mandato e-mails ogni giorno. E' questo il mio modo per comunicare con le persone. Sto al pc gran parte della mia giornata. Mi sono liberato della scheda telefonica nel 2006 quando ho saputo che i tabloid inglesi intercettavano le comunicazioni. Ma in realtà non mi piace parlare al telefono."

"Be a Boy è la canzone di apertura del nuovo album. Parla del fatto che certa gente sta cercando di convincerti che hai perso la magia che c'è in te. Sono quelli che io chiamo i 'negativi/oppositori'.  Quelli che sostengono che la mia carriera sia a brandelli ma alla fine sono gli stessi che mi danno la carica e mi fanno ridere. Sono grato a queste persone perchè mi ispirano.
E' normale desiderare il successo. Guardate per es. Elton John o Paul McCartney. Hanno ancora il desiderio di sentire le loro canzoni alla radio...vogliono ancora sentirsi indispensabili. Altrimenti saremmo tutti morti e  nessuno esisterebbe più.
Se l'album non salirà in vetta alle classifiche vorrà dire che il prossimo sarà swing. Più adatto per la mia età. Chissà... ci sarà un Robbie Williams gentile ed educato per tutti .
Il primo singolo è stato scelto perchè è una melodia piacevole ma è una falsa pista ( ndr : questo significa che l'album non rispecchia lo stile di Candy )
L'unica cosa certa è che venderò un sacco di biglietti perchè c'è sempre tanta gente che vuole vedermi live."

Domanda :
"In uno dei tuoi blog ti sei descritto come un uomo un pò goffo e pensieroso. E' un lato di te che il pubblico non conosce..."
Risposta :
"Bè mi sono esposto troppo forse. Ma mi rendo conto che il Robbie Williams che sta sul palco ha una forza di persuasione così grande che il pubblico arriva a pensare che io sia in quel modo anche nella vita privata. Ma non è così..."

Domanda :
"Cosa ti rende vulnerabile ultimamente ?"
Risposta :
"Lasciare la casa. Ho una forte agorafobia. Sto molto meglio chiuso in casa a guardare la TV"

Domanda :
"Come ti senti durante l' intervista in questo hotel ?"
Risposta :
"Grazie di avermelo chiesto. Va benissimo. Non so se questa cosa dipende dall'essere famoso o è nel mio DNA ma non mi piace andare ai concerti, al cinema o in qualsiasi altro posto dove ci sono tante persone. E' la mia carriera che mi obbliga a stare in luoghi affollati."

Domanda :
"Dopo che hai lanciato la tua linea di moda Farrell ti sei definito il Karl Lagerfeld di Stoke-on-Trent. Scherzavi vero ?"
Risposta :
"Certo ! Anzi a dire il vero Karl Lagergfeld mi fa paura. Una volta è entrato nella hall di un hotel e io mi sono nascosto dietro ad una sedia dallo spavento. E non sono in tanti che mi fanno questo effetto ! Per me lui è come il cattivo dei film di Disney."


Nessun commento: