Segui su twitter

IN EVIDENZA:
TESTI E TRADUZIONI IN ITALIANO BRANI ROBBIE WILLIAMS
AGENDA :
Concerti a Las Vegas di marzo/aprile/luglio 2020 tutti cancellati
18 Maggio 2020 - Concerto a Bonn ( rinviato al 13 giugno 2021 ) )
6 Giugno 2020 - Soccer Aid Old Trafford Manchester ( ANNULLATO )
20 Giugno 2020 - Concerto a Stoke On Trent - Port Vale Stadium ( posticipato all'estate 2021 )


mercoledì 15 aprile 2009

Inversione di fortuna

Vi faccio un riassunto del lungo articolo apparso su The Guardian, scritto da Caroline Sullivan.
Giornalista disinformata ( per esempio ha dimenticato "Lola", "Please Don't Talk About Me When I'm Gone", "The only one I know " tra gli ultimi lavori e collaborazioni di Robbie..) e con il dente avvelenato non si sa per quale motivo...
Forse l'ha mandata a quel paese qualche volta !
.

GUARDIAN CO.UK 14 aprile 2009
.
Per tanto tempo Robbie Williams si è preso gioco dei suoi compagni, i Take That, ma ora la situazione sembra essersi capovolta. La sua vecchia band sta avendo un enorme successo e lui si fa crescere la barba e va in cerca di alieni. Cosa sta succedendo ?
L'uomo che ha venduto più album in UK, ha vinto più Brits, ha piazzato il maggior numero di biglietti per un concerto in una sola giornata, ora si sente dire da Gary Barlow che non lo rivuole nella band e che i Take That stanno bene in quattro.
In un intervista del 1998, Barlow disse che gli aveva fatto male vedere la carriera da solista di Williams che saliva in maniera stratosferica mentre la sua non riusciva a decollare. Ora i Take That sono ancora il più grande gruppo in UK e Williams finalmente potrà capire come si sentiva Gary in quel momento.
La ripresa della band è avvenuta nello stesso periodo in cui le vendite degli albums di Robbie subivano un drastico calo, oltre a tutte quelle notizie riportate dai tabloids sul comportamento eccentrico della pop star e in particolar modo riguardo i suoi avvistamenti ufo.
Per questo nuovo hobby ha cambiato la sua immagine, facendosi crescere lo scorso inverno una folta barba e si è addentrato nel deserto in cerca di alieni. Lui stesso ha dichiarato che con quella barba sembrava un pazzo ma non se n'è curato. E i tabloids hanno continuato a parlare di lui come tale.
Ora è tornato a vivere in UK, passa il suo tempo a giocare a poker e vuole ricongiungersi ai Take That..vuol dire che è arrivato proprio alla frutta !
Il problema è che la sua autostima dipende da un livello di successo che purtroppo nessuna pop star riuscirebbe a mantenere. Per lui tutto questo deve essere diventato un incubo. In America non ha sfondato ed è certamente più conosciuto per questioni di ufologia che per la musica.
In USA non amano questo tipo di popstar che usa amplificare la propria stravaganza e arroganza per vendere più dischi. E' un tipo di personalità che solo chi è British può comprendere.
Gli americani dopo aver letto il titolo del suo album di debutto "THE EGO HAS LANDED" devono aver pensato..ma chi è questo montato ?
Gli inglesi invece hanno ammirato per un periodo questo ragazzo originale, stravagante e per certi aspetti umano, facendolo diventare l'artista più amato del paese.
Un successo che va al di là della sua musica. Era diventato qualcosa di personale. I suoi fans hanno accolto il suo desiderio di essere al centro dell'attenzione.
Robbie Williams è un egocentrico. Basti vedere il suo documentario, Nobody Someday. Ci sono lunghe scene di lui nel backstage che parla solo di se stesso. A differenza di altri artisti però è divertente. E' riuscito ad essere sfrontato e divertente anche quando la sua carriera da solista all'inizio non funzionava ed ha continuato così sino a conquistare il pubblico.
Non si può negare che Robbie Williams sia un performer fantastico e carismatico. Cosa che non era mai uscita fuori mentre stava con i Take That. Inoltre ha scritto meravigliose canzoni con Guy Chambers che lui stesso ha definito " Robbie quanto lo sono io ".
In questo primo periodo il suo rivale era Gary Barlow ma quest'ultimo si presentava al pubblico come un personaggio sobrio e affidabile. Qualità che si apprezzano in un politico ... non in una pop star. Williams al contrario era stravagante e allegro. Barlow diventò così in breve tempo uno zimbello del pubblico e si ritirò a scrivere canzoni per altri cantanti sino al ricongiungimento dei Take That nel 2005.
Ma a Williams non era bastato maltrattare Gary e il suo ex manager Nigel Martin Smith. Definì Barlow uno stupido con la valigetta e dedicò a loro No Regrets. Più tardi parlò ancora male in Rudebox del suo ex manager e dopo una denuncia dovette rimuovere la frase incriminata dal brano The'90.
Solitudine, depressione e speculazioni sul fatto che fosse gay hanno sempre accompagnato la sua carriera. Lui stesso ha dichiarato di non aver mai avuto rapporti con uomini ma che il pensiero gli abbia sfiorato la mente. Dopo due anni di relazione fissa con Ayda Field queste speculazioni sulla sua presunta omosessualità, sembrano essere finalmente terminate.
Anche i ben noti problemi di droga sembravano essere stati superati dopo periodi di rehab ma Robbie un giorno ha detto che tutto l'ecstasy consumato in giovane età ha esaurito la serotonina ( l'ormone dell'umore ) e per questo si trova in un permanente stato di depressione.
Quando cercherà di convincere i suoi nipoti che era una pop star, parlerà loro di Knebworth.
Se Williams avesse lasciato la musica dopo quei tre concerti a Knebworth, sarebbe uscito dal panorama musicale al top.
Tutto quello che è seguito è andato decrescendo. E' stato un errore staccarsi da Chambers anche se Stephen Duffy è un rispettabile autore ma Intensive Care ha avuto recensioni mediocri per non parlare del flop di Rudebox.
Nessuno poi ha più sentito parlare di Williams a parte una collaborazione con l'olandese Sander Van Doors all'inizio di quest'anno.
Ora sembra chiuso in studio di registrazione ma dovrà tirar fuori qualcosa di davvero straordinario per togliersi di dosso quell'immagine di barbuto cacciatore di alieni e riconquistarsi il pubblico.
Sarebbe tutto più facile se i Take That non avessero rubato l'affetto dei fans e se non fossero tornati alla grande proprio nel momento in cui lui metteva in mostra tutta la sua arroganza, rifiutandosi addirittura di fare un apparizione durante il loro tour per accontentare i fans. Ma certo, lui non poteva sapere che i Lads avrebbero avuto un così enorme successo !
Mentre lui veniva deriso dai tabloid, i suoi ex compagni scalavano le classifiche.
E' normale che ora si senta amareggiato ma chi può sapere come come si sente se non ha rilasciato una vera e propria intervista da parecchio tempo ?
Ora che anche la reunion con la sua vecchia band non è più possibile a Robbie non resta che puntare sul suo prossimo album e vedere la reazione del pubblico. Un posto nella campagna solitaria di Compton Basset, scrivere brani ed accontentarsi di esibirsi in chiave minore...dopotutto in passato ha lavorato per i Take That !

Nessun commento: