Segui su twitter

IN EVIDENZA:
TESTI E TRADUZIONI IN ITALIANO BRANI ROBBIE WILLIAMS
CALENDARIO UFFICIALE 2020 RWFANFEST
AGENDA :
17 Novembre 2019 - Hits Live Manchester
18 Novembre - Palladium Londra - Royal Performance
22 Novembre 2019 - Uscita album The Christmas Present
24 Novembre 2019 - The Magic Of Christmas - London Palladium
26 Novembre : Alexandra Palace Thatre di Londra ' Not The Rw Show '
29 Novembre 2019 Concerto per radio 2 BBC
6 Dicembre 2019 NDR Talkshow Amburgo DE
16 Dicembre 2019 : Party Natalizio con RW Arena di Wembley
Concerti a Las Vegas dal 24/3 al 4/4 2020

giovedì 14 dicembre 2017

SONO STATO IN TERAPIA INTENSIVA SETTE GIORNI. ECCO PERCHE' HO ANNULLATO LE DATE RUSSE


Robbie in un' esclusiva intervista a The Sun rivela la verità sulla cancellazione delle date Russe. Il tutto è iniziato nel backstage della data del tour a Zurigo.

Il mio braccio destro era intorpidito e continuavo a sbavare dalla bocca. Avevo mal di testa e difficoltà a respirare. Non riuscivo a fare un respiro completo. Anche dopo lo show non sentivo il braccio e la bocca continuava a gocciolare. 
Subito sono tornato a Londra per fare degli esami ed ecografie, incluse quelle del cuore e cervello. Sono state riscontrate varie anomalie; tra queste in una parte del mio cervello c'era qualcosa che sembrava sangue. La situazione era molto preoccupante quindi le decisioni prese erano fuori dal mio controllo e sono stato subito trasferito in terapia intensiva. 
E' stato molto strano passare improvvisamente dal tour alla terapia intensiva ma è andata davvero così.
Mia moglie e i figli erano già a L.A. così non potevano vedermi in quel lettino attaccato a fili e tubi. Tuttavia ero circondato da un sacco di persone che si prendevano cura di me. Ero confuso e spaventato ma sapevo che ero nel posto giusto e ingenuamente sentivo che sarebbe andato tutto bene.
Mi hanno monitorato e fatto un check completo. Dopo sette giorni ho potuto lasciare la terapia intensiva.
Mi hanno concesso di tornare a L.A. e imposto di non fare nulla di stressante per le settimane successive... per circa due mesi. Solo riposare, dormire e prendermi cura di me stesso. 
Tutto ciò mi ha insegnato che ho 43 anni non più 23 e devo davvero stare attento alla mia mente e al mio corpo. Così ho iniziato a fare pilates, yoga e meditazione.  L'ansia è sempre stata protagonista nella mia vita e devo trovare il modo di conviverci nel miglior modo possibile. 
L'intera esperienza mi ha spaventato molto anche se in passato sono stato in posti altrettanto oscuri ma avevo 23,27 e 32 anni. Una volta che arrivi a 43 anni, anche se hai tutto ciò che desideri, ti rendi conto di non essere invincibile ed è necessario prendersi cura di se stessi in maniera più scrupolosa. 

Nessun commento: